Vendita mobili online: Dove acquistare?

Cosa c’è da sapere sull’acquisto online di mobili

L’e-commerce relativo ai mobili online sta crescendo ogni giorno in modo esponenziale. Sempre più persone acquistano oggetti di design online, per arredare la propria casa.

Di conseguenza, nascono numerosi siti che facilitano la compra-vendita di arredamento e complementi di design di ogni genere e di diversa qualità.
Ma come effettuare una buona scelta?
In quest’articolo cercheremo di rispondere a questa domanda e di suggervi alcuni consigli utili per l’acquisto mobili online.

Quale e-commerce di arredamento scegliere?

Come accennato prima, in rete è disponibile una vasta scelta di siti di e-commerce, che si occupano esclusivamente di vendere mobili online, sia nuovi, che usati, ma non per questo sono tutti affidabili. Quindi, come e quale scegliere?

Per prima cosa, se si è intenzionati a procedere con l’acquisto, è consigliabile sempre controllare e verificare precedentemente, nel limite del possibile, l’affidabilità e la serietà del singolo venditore. Quindi effettuare una verifica. Come? Magari, inizialmente, sui maggiori motori di ricerca e sui forum di settore, chiedendo consigli agli utenti che hanno già utilizzato il sito in questione.

Un altro metodo, per essere certi che un’azienda che vende mobili on line esista veramente e non sia una società truffaldina, consiste nel controllare l’indirizzo dichiarato, anche attraverso la verifica del numero di P.IVA o di altri strumenti di ricerca, come per esempio Google Maps, per capire se i dati combaciano effettivamente con quelli dichiarati. Inoltre, è possibile verificare il numero telefonico, nel senso che si dovrebbe proprio provare a chiamare e vedere chi e come risponde la persona dall’altra parte.

Caratteristiche essenziali di un buon sito di arredamenti

Ora, vediamo quali dovrebbero essere le caratteristiche essenziali per un buon sito di e-commerce di mobili:

  • in primis, la descrizione degli arredi deve essere dettagliata, chiara ed esaustiva, in sostanza, deve contenere tutte le caratteristiche di ogni mobile offerto, tanto da non dover lasciare in noi alcun dubbio;
  • – eventualmente, la possibilità di personalizzare gli arredi che vengono scelti, modificando magari le misure, il materiale dei rivestimenti oppure il colore;

    – i preventivi devono essere semplici da consultare in ogni momento, ma anche facilmente modificabili;

    – è necessario avere a disposizione numerosi metodi di pagamento sicuri e condizioni di trasporto chiare;

    – Infine, per quanto riguarda i grandi siti web, non deve mancare la cosiddetta funzione planning, per supportare il cliente nell’acquisto dei mobili, nello specifico, comprendere quale misura scegliere e come disporli in casa. Ma affronteremo meglio l’argomento nel prossimo capitolo.

Come si acquistano i mobili?

Innanzitutto, bisogna prendere perfettamente le misure, compreso altezza e profondità, perché se si dovesse sbagliare, a differenza dell’abbigliamento, il reso può risultare più complicato. È essenziale conoscere bene gli spazi che possiamo e vogliamo occupare con i nostri nuovi mobili.
Sarebbe opportuno disegnare una piantina della casa (oppure se è possibile, crearla attraverso il sito), considerando la presenza di finestre, porte, delle diverse prese elettriche e degli attacchi di gas e acqua.

A questo punto, è necessario capire il genere di arredo che si intende scegliere, in termini di stile, come moderno, contemporaneo, classico, country, shabby chic, ma anche i colori che si preferiscono oppure stanno meglio.

Attenzione: ricordarsi sempre di mantenere una distanza minima tra un mobile e l’altro. Nel caso, per esempio del tavolo o dei divani lo spazio da mantenere libero tra l’uno e gli altri dovrebbe essere di circa 70-80 cm.

Detto questo, una volta deciso cosa si vuole acquistare, bisogna prestare attenzione alle condizioni di pagamento e alle condizioni inerenti al servizio di trasporto. È importante non rischiare di dover far arrivare i mobili appena acquistati danneggiati o lesionati, inoltre, è altrettanto essenziale non dover spendere un occhio della testa per quanto riguarda la spedizione.

Fonte: https://www.myhomestyle.it/

Continue Reading

La strategia di ingresso e uscita per il Forex Trading

Strategia di ingresso e Forex Trading

Una strategia di ingresso e di uscita, non è determinata da regole certe che stabiliscono dove collocarla, e in ogni caso la volatilità può rapidamente influenzare una tendenza e il prezzo può muoversi nella direzione opposta.

E’ difficile avere una strategia di ingresso e uscita, o un metodo adeguato Intraday che guidi la negoziazione di un processo decisionale, ovvero determinare con esattezza quando entrare e quando uscire, e ottenere i massimi profitti.

https://www.tradingmania.it/forex-trading/

Una strategia completa di entrata e uscita

Una buona strategia di ingresso e uscita per il trading di una giornata, si concentra sulla progettazione e l’implementazione di una strategia ad alta probabilità di successo.

Una strategia commerciale può essere:

  • Manuale: richiede abilità e disciplina;
  • Automatizzata: utilizza algoritmi associati a robot con ordini ed esecuzioni sotto la responsabilità dell’operatore, che utilizza uno strumento unico sotto ogni punto di vista. Una strategia automatizzata può investire tutto o in parte il portafoglio del trader, ed è adattabile a ogni stile di negoziazione.

La strategia di trading giornaliera di entrata e uscita

I mercati sono altamente volatili, ed è normale una inversione di tendenza durante la giornata.

E’ noto che un’unica strategia non può funzionare per qualsiasi asset o condizione di mercato.

Una singola strategie deve seguire:

  • Il mercato prevalente;
  • La volatilità degli stock;
  • La gestione del rischio.

E necessita di:

  • Capacità
  • Tempo;
  • Soldi;
  • Capacità di accettare le perdite.

Il trading giornaliero è un lavoro a tempo pieno, e i mercati azionari durante la sessione di negoziazione devono essere seguiti dall’inizio fino alla fine, negoziando in entrambe le direzioni, con un massimo del 5% del proprio capitale.

Consigli per un trading di successo in entrata e uscita:

  • Avere un obiettivo fisso;
  • Determinare un livello di arresto appropriato per il periodo di tempo in cui si opera (occorre focalizzare i passaggi di trading e cercare di determinare una gamma di arresti basata sul contesto in cui sta operando);
  • Occorre non farsi prendere dalla paura quando un precedente scambio si è concluso in perdita, e non lasciarsi trascinare dall’emozione scivolando in un contesto pericoloso;
  • Occorre trasformare il proprio stile di trading in una strategia di trading automatizzata, basate su regole, che contribuiscono a migliorare significativamente la linea degli obiettivi;
  • Acquistare i prodotti migliori;
  • Acquistare prodotti affidabili;
  • Studiare la struttura del mercato e aspettare con pazienza il flusso migliore riducendo al minimo il rischio;
  • Ricordarsi che ogni commercio è indipendente;
  • Per determinare la dimensione effettiva della perdita di arresto, occorre considerare la dimensione dell’account;
  • Le negoziazioni non sono sempre redditizie, ogni sistema, qualunque sistema, avrà delle perdite;
  • Tutte le strategie hanno un fattore di probabilità di successo, ed è irrealistico pensare di eseguirle sempre in the money. Neanche il miglior algoritmo rilascia esecuzioni perfette al 100%;
  • Occorre attuare un trading efficace e testato che offra un vantaggio economico duraturo in modo che nel tempo si genereranno soldi con un sistema di regole dettate dalla giusta mentalità;
  • La giusta mentalità o approccio al Forex trading è un saldo di lungo periodo dove gli successi sono maggiori degli insuccessi, solo così è possibile vedere i risultati di una strategia efficace;
  • Il Trading è calma e razionalità, solo il tempo può apportare le corrette regolazioni se necessario;
  • Occorre lavorare in un ambiente informato, scartando ambienti di incertezza e variabili che possono influenzare il trading. Occorre essere informati e conoscere i flussi degli ordini, i comunicati stampa, le politiche istituzionale, ecc…
  • Il successo è accompagnato dalla comprensione completa della struttura del mercato che può essere raggiunta solo con l’esperienza.

Un trading giornaliero porta con se momenti difficili.

Conclusione

Determinare il momento giusto per entrare e uscire dal mercato non è semplice neanche per un esperto dei mercati finanziari. Per questo motivo occorre farsi aiutare. Per determinare il giusto momento di entrate e uscita è possibile utilizzare il MACD.

Il MACD è un indicatore o oscillatore, che unisce la differenza tra due medie mobili esponenziali con una linea di segnale.
Quando il MACD sta oscillando strettamente intorno alla linea zero, indica un prezzo di gamma, un dato significativo per aiutare a capire che il segnale non è buono o la tendenza non è chiara.

Se viene inserito un intervallo a valore 5.0 al di sopra e al di sotto della linea zero, possiamo determinare che:

  • Se il MACD rilascia valori al suo interno si determina che la posizione non è adatta al trading;
  • Se esce da questa fascia, vuol dire che la volatilità aumenta, sta iniziando la tendenza, è il momento ideale per entrare nel mercato e ottenere profitti nel breve periodo.

Il trading Forex è emozione allo stato puro, realizza un trading consapevole.

Continue Reading

Che cosa sono le opzione binarie?

Le opzioni binarie sono un nuovo veicolo di investimento progettato principalmente per le persone nuove ai mercati e con piccoli portafogli di investimento.

I piccoli investitori fino ad oggi non erano in grado di entrare nei mercati causa del forte investimento iniziale richiesto. Introduzione al concetto: quando parliamo di opzioni binarie, parliamo di indici, valute, materie prime, e scorte.

Chiunque abbia mai pensato di investire nelle prime tre classi di attività sa quanto denaro occorreva.

Anche se il Trading in azioni è sempre stato disponibile per i piccoli investitori, alcuni stock hanno un prezzo così alto che i piccoli investitori non ne avevano accesso, questo fino ad ora. Ad esempio, Google è stato scambiato vicino ai 725 $ +/- per azione, ma con le opzioni binarie è possibile investire in Google con poco più di 5 euro.

Le opzioni binarie offrono un rendimento fisso, come percentuale del vostro investimento. Se alla fine del periodo di opzione il vostro commercio è “in the money”, otterrete un ritorno sull’investimento tra il 65 e l’85 %.

La storia delle opzioni binarie

Prima del 2008 le opzioni binarie erano disponibili come un investimento per persone con grandi portafogli o come una copertura contro altri investimenti. Dal 2010 c’è stata una crescita rapida del numero di broker online che si specializzavano nel facilitare gli scambi di opzioni binarie.

Come sono negoziate

Come detto sopra, chiunque può acquistare un’opzione binaria attraverso un mediatore. La maggior parte dei broker di opzioni binarie pagano tra il 65% e il 85% per un commercio di successo, ovvero l’investimento iniziale più la percentuale di vincita. Se l’opzione finisce out of the money, perderete l’intero investimento, in alcuni casi il broker prevede un ritorno del 15% sulla perdita.

Nel trading di opzioni binarie non importa l’entità dell’investimento, la vincita è fissato in anticipo.

Vantaggi del trading in opzioni binarie

  • Le opzioni binarie offrono una grande percentuale di ritorno sugli investimenti;
  • Le basi delle opzioni binarie sono semplici da imparare;
  • Le opzioni binarie sono un modo strategico per coprire altri investimenti;
  • Quando si diventa abili nel trading di opzioni binarie, è possibile sfruttare la volatilità del mercato a vostro vantaggio.

Strategia di base

  • Ci sono quattro classi di attività nel trading di opzioni binarie: indici, valute, materie prime e scorte;
  • Seguite gli annunci economici in modo da essere pronti a trarre vantaggio da tutto ciò che è la notizia economica;
  • Studiate le basi dell’analisi fondamentale e tecnica.

Conclusione

Oggi l’investitore medio/piccolo ha accesso ad un mercato nuovo pieno di opportunità, precluso prima del 2008. Questa accessibilità è il vero vantaggio delle opzioni binarie per la maggior parte degli operatori economici.

Continue Reading

Lavorare da casa con il trading e l’altezza del canale

Diamo per scontato che tutti sappiamo cosa si intende con il termine trading online.

Questa strategia di guadagno è u modo per lavorare da casa ma non solo, è considerata una delle più utilizzate perché consente di ottenere il massimo del guadagno con il minimo sforzo, in un arco di tempo molto breve.

La tecnica del trading misurato attraverso l’altezza canale, consente di sfruttare tutte quelle operazioni che accadono più volte in una determinata frequenza.

Infatti il cosiddetto pattern trading fissa tutta la sua attenzione su schemi per lo più ripetitivi, avvalendosi del principio dei canali paralleli per cui.

La prima cosa da fare è selezionare le linee di questi canali che come altezza hanno la stessa del ciclo temporale, infatti se la misuriamo e la ruotiamo successivamente trasversalmente, ponendola in modo orizzontale, potremmo scegliere gli stessi canali con la caratteristica di cadere su probabili inversioni che potrebbero avvenire.

Le angolazioni per tentare di calcolare la forza dei mercati, sono delle autentiche tecniche operative utilizzate soprattutto dai trader che fanno di questo impiego la loro professione, ed arrivavano a guadagnare delle cifre molto cospicue, in una modalità che consiste nel lavorare da casa propria.

Il dato fondamentale che ci occorre sapere è se la lunghezza del canale, una volta che viene ruotato orizzontalmente, si ritrova a cadere sui punti di inversione, ed è proprio in questo modo che individueremo quali sono i cicli che si ripeteranno.

Sono i canali a specificare la pendenza di un probabile vantaggio o svantaggio e l’ampiezza degli angoli ci svelerà da subito il movimento esatto che viene compiuto.

Infatti, la lunghezza di tutto il movimento compiuto dai prezzi ci consente di operare attraverso una forma di trading che possiamo definire misurata, perché essa coincide proprio conio movimento che ci permette di lavorare con le sue estremità e guadagnare da subito online.

Ci teniamo a specificare che il punto esatto di rottura del canale in esempio, sarà un ottimo livello di supporto o di resistenza, ogni qual volta che si verifica una rottura di un angolo retto, la certezza matematica che possiamo convertire la nostra operazione è confermata e certa quasi al 100%.

Continue Reading

Introduzione alle opzioni binarie

Le opzioni binarie possono sembrare complicate da comprendere, ma non lo sono. In realtà, offrono ai traders modi alternativi per investire online su materie prime e valute.

Le opzioni binarie consentono di scambiare queste notizie sui mercati economici con una quantità relativamente piccola di denaro e a rischio limitato.

Come suggerisce il termine binario, si tratta di un commercio bivalente, sì o no. O si guadagna o si perdere se si decide di rimanere nel vostro trade fino alla scadenza. Un altro vantaggio del trading di opzioni binarie è che si saprà in anticipo la perdita massima potenziale al momento di effettuare un commercio.

Le opzioni binarie danno ai traders un modo molto interessante per capitalizzare su previsioni di negoziazione in cui i rischi e le vincite sono totalmente noti in anticipo.

Come funzionano le opzioni binarie

In ogni opzione binaria, c’è un acquirente e un venditore, proprio come con qualsiasi commercio. Lo scambio è semplicemente la corrispondenza tra acquirenti e venditori su ogni trade in un ambiente regolamentato.

Diciamo che se si pensa che il prezzo dell’oro salirà sopra gli € 1250 alle 13:30 del giorno successivo, si potrebbe acquistare un’opzione binaria che pagasse se l’oro salisse al di sopra degli € 1250 alle 13:30 pm. In alternativa, se non si pensasse che il prezzo dell’oro dovesse salire al di sopra degli € 1250 dalle 13:30 del giorno successivo, si potrebbe vendere quella opzione binaria.

Quando si fa trading in opzioni binarie, non si sta effettivamente comprando un contratto sull’oro, ma semplicemente si sta facendo una previsione sul livello dei prezzi di trading dell’oro in scadenza. Il costo iniziale del vostro trade binario dipenderà dal prezzo dell’oro rispetto al prezzo di esercizio e il tempo di scadenza.

Se la fascia di prezzo del trading binario oscilla tra € 0 e € 100, quando il prezzo dell’asset si avvicina al 100 potrebbe essere un probabile trade vincente per l’acquirente e una probabilità molto bassa per il venditore.

Al contrario, se il prezzo si avvicinasse allo 0 ci potrebbe essere un’alta probabilità per il venditore di un trade vincente e bassa probabilità per l’acquirente.

Nel considerare il trading binario come un’occasione, in qualsiasi trade che superi una previsione del 50, si potrebbe dire che l’acquirente avrà un vantaggio statistico sopra il venditore che il contratto si liquiderebbe al 100. Per questo vantaggio, l’acquirente sarà tenuto a dimostrare più garanzie per posizionare il trade rispetto al venditore. Se il prezzo dell’asset sarà inferiore a 50, il venditore potrebbe dire di avere il vantaggio statistico.

A un prezzo di riferimento di esattamente 50, la probabilità saranno pari sia per il compratore che il venditore.

È importante ricordare il movimento del prezzo di un’opzione binaria e il prezzo di liquidazione finale, 0 o 100, sono determinati dal prezzo del mercato.

Come tale, quando si considera l’acquisto o la vendita di un’opzione binaria, è importante condurre la vostra analisi basata sul mercato, piuttosto che sul prezzo dell’opzione binaria stessa.

Continue Reading

Forex Trading: la valuta Yuan cinese (CNY)

Il Forex è la speculazione sul prezzo di una valuta contro un’altra. Ad esempio, se si pensa che l’euro stia per salire nei confronti del dollaro, è possibile acquistare la coppia di valute EURUSD basso e poi (si spera) rivenderlo ad un prezzo più elevato per realizzarne un profitto.

Naturalmente, se si acquista l’euro sul dollaro (EURUSD), e questo invece si fortifica, allora sarete in una posizione di perdita. Quindi, è importante essere consapevoli dei rischi connessi al Forex trading, e non solo ai guadagni.

Perchè il Forex trading è così popolare?

Essere un Forex trader garantisce uno stile di vita sorprendente, più di qualsiasi altra professione del mondo. Non è facile divenirci, ma con la determinazione e la disciplina, ci si può arrivare.

Ecco un rapido elenco di competenze necessarie per raggiungere i vostri obiettivi nel trader Forex:

Abilità: Subire una perdita senza diventare emotivo;
Fiducia: Credere in sé stessi e la nostra strategia di trading senza paure;
Dedizione: Con questa attitudine si può diventare il miglior Forex trader;
Disciplina: Imparare a mantenere la calma e l’impassibilità in un regno della costante tentazione (il trade);
Flessibilità: A cambi mutevoli delle condizioni di mercato;
Focus: Rimanere concentrati sul nostro piano di trading e non allontanarsi dalla rotta;
Logica: Guardare il mercato dal punto di vista oggettivo;
Organizzazione: Nel forgiare e rafforzare le abitudini commerciali positive;
Pazienza: Nell’aspettare solo le strategie di trading con più alte probabilità;
Realismo: Nel non pensare che ci si stia per arricchire rapidamente e capire la realtà del mercato e del trade;
L’autocontrollo: Come negoziatori, siamo in grado di sfruttare l’elevata leva finanziaria e la volatilità del al Forex trading per apprendere e avere la giusta padronanza per una strategia efficace di trading.

La gestione del denaro è la chiave; è una spada a doppio taglio e può fare un sacco di soldi in fretta o si perde un sacco di soldi in fretta.

La chiave per la gestione del denaro nel Forex trading è quella di conoscere sempre l’esatta quantità di dollari che si investe prima di entrare in una professione ed essere tranquilli anche con la perdita di quella somma di denaro.

Continue Reading

Principianti, come investire online

Principianti, come investire online, sembra un titolo intimidatorio e azzardato, soprattutto se hai preso la decisione di commerciare con i tuoi soldi da solo piuttosto che pagare un consulente o acquistare un fondo comune di investimento o rendita.

Probabilmente se stai leggendo questo articolo hai deciso di prendere in mano la tua vita per realizzare la possibilità di maggiori profitti, ma anche per avere il piacere di padroneggiare con il proprio destino.

“tutto quello che si guadagna è vostro, non hai un consulente a pagamento che ti consegna dei suggerimenti, tu ti prendi la responsabilità unica del tuo successo o insuccesso”.

Investire per principianti inizia con la comprensione che ogni prezzo è determinato dalla domanda e dall’offerta e che quello che dobbiamo fare è identificare i punti in cui la domanda e l’offerta sono equilibrate, perché è il momento in cui si verificano i movimenti di prezzo.

Se ci sono gli acquirenti disposti a comprare, il prezzo per i venditori aumenterà, se ci sono più venditori disposti a cedere, il prezzo scenderà.

E’ davvero semplice e lo stesso principio vale se si acquista o vendono azioni, obbligazioni, immobili, opzioni, coppie di valute, materie prime o un’altra attività.

Sul nostro sito troverete molti articoli e strumenti sugli investimenti e come investire per i principianti.

Leggere e usateli per conoscere i mercati di questi diversi beni. E’ una buona idea fare pratica prima di iniziare realmente a investire online con il proprio denaro.

Cominciate con le nozioni di base e comprensione nella lettura dei grafici e altri indicatori, quindi, scegliere una classe di indice o un’attività o addirittura una singola azione e seguitela per un paio di ore, per giorni o settimane.

Vedere se avete indovinato dove sta andando il prezzo e a che livello è la vostra comprensione del mercato.

La prima regola per lnvestire da principianti è quello di avere un piano di trading. Decidere su cosa commerciare, determinerà la vostra tolleranza al rischio, i vostri obiettivi di profitto, e quanto tempo si può dedicare a seguire i vostri investimenti ogni giorno, settimana o mese. L’idea di “negoziazione” è emozionante, ma è impraticabile se non si dedicano ore di studio davanti al computer, ogni giorno.

Essere realistici circa gli obiettivi e limiti.

La seconda regola dell’investire da principianti è di “perdere poco e vincere alla tanto”, si può anche perdere più di quanto si vince, riconoscetelo e uscite in anticipo.

C’è molto da imparare tanto, ma questi semplici principi sono stati il migliore inizio per molti investitori esperti.

Continue Reading

L’indice azionario americano mette da parte le paure sulla Cina

L’indice azionario americano mette da parte le paure sulla Cina e sfrutta l’onda della crescita degli ordini di beni durevoli iniziando la seduta in netto rialzo.

Nel mese di luglio gli ordini di beni durevoli sono aumentati del 4% andando contro le attese che li prevedevano addirittura in negativo dello 0,6%.

Nello specifico i beni capitali che sono un punto di riferimento per gli indicatori degli investimenti hanno fatto segnare un aumento del 2,8%.

Tutti i settori relativi all’S&P sono in salita, in particolare il settore tecnologico trascinato da Apple che ha fatto segnare un +3,73%.

Il Dow Jones sale dell’1,89%, l’S&P 500 del’1,87% e il Nasdaq fa segnare un +1,75%.

Facendo una panoramica sui titoli singoli Google sale del 4,76% dopo che Goldman Sachs ha migliorato il giudizio da “Neutral” a “Buy” ed ha aggiunto il titolo alla “Convinction buy list”.

Cameron International aumenta del 45% grazie al comunicato da parte del numero uno al mondo nel settore degli “oil service”, la “Schlumberger” che ha acquistato tutta la società con una manovra da 15 miliardi di dollari.

Abercrombie & Fitch sale de 13,67% in scia ai risultati trimestrali positivi.

Continue Reading

Crolla la manifattura cinese

La preoccupazione generale riguardante un rallentamento dell’economia cinese non cessa di aleggiare nell’aria ed il tutto alimenta un certo nervosismo sui listini azionari e sulla maggior parte delle materie prime.

Il Pmi manifatturiero per il mese di luglio si è attestato a 48,3, il mese precedente si trovava a 49,4.

Ci teniamo a ricordarvi che la soglia dei 50 punti rappresenta il confine fra contrazione ed espansione dell’economia.

La borsa di Shanghai soffre questi indicatori economici deboli ed ha chiuso le sue contrattazioni con una flessione dell’1,64% a 3.282 punti.

La settimana scorsa dopo la divulgazione dei dati deludenti sui profitti industriali tutta la piazza finanziaria cinese era crollata facendo segnare un -9,4%.
Il settore che in questo momento è maggiormente in sofferenza è quello delle materie prime con il Bloomberg Commodity Index al minimo storico.

Per quanto riguarda il petrolio il Wti ha perso circa 20 punti percentuale arrivando a quota 42 dollari il barile e pensare che non poco tempo fa era sopra i 100 dollari.

Anche l’oro non se la passa meglio essendo arrivato sotto quota 1.047 dollari l’oncia, tutti i restanti metalli, argento, platino rame e alluminio subiscono la stessa sorte.

Continue Reading

Introduzione alla Cina e Regioni geografiche

La superficie totale della Cina copre quasi 10 milioni di chilometri quadrati. Due terzi del paese sono altipiani e montagne. La popolazioni vive ad altitudini dai 1.000 ai 4.000 metri sopra il livello del mare con zone di alta montagna che raggiungono i 7.000/8.000 metri.

Il clima varia da subartico a subtropicale. La maggioranza degli Han (gruppo etnico) è densamente stabile nella metà orientale del paese, chiamata anche “la Cina interiore” con zone costiere, grandi pianure, valli, fiumi e colline. La maggior parte vivono nelle zone temperate, a quote ben al di sotto dei 1.000 metri.

Le minoranze sono più scarsamente distribuite sul restante 55 per cento del paese situate a nord, sud-ovest, e ad ovest delle principali aree di insediamento. Nelle province montuose dello Yunnan e del Guizhou, gli Han e altri gruppi etnici hanno convissuto per molti secoli stati separati da montagne, mente le minoranze vivono ad altitudini più elevate.

L’interno della Cina è caratterizzato da un terreno adatto alla coltivazione intensiva, l’agricoltura si stabilì già dai suoi albori, sulla coltivazioni di grano integrati da frutta e verdura. Sistemi di irrigazione sono da tempo utilizzati per ridurre la dipendenza dalle piogge e il danno da inondazioni e siccità. Questi problemi sono stati ulteriormente ridotti negli ultimi decenni. Dal 1949, il governo ha portato a termine numerosi progetti idraulici lungo la bassa Huang He (Fiume Giallo) e i fiumi Huai e Hai.

Grandi progetti sono previsti per il Yangzi (Chang Jiang) nei prossimi decenni. Inoltre, l’introduzione di fertilizzanti chimici e insetticidi hanno aumentato la produttività, anche i progetti di drenaggio e terrazzamenti hanno aperto altri terreni alla coltivazione. Al contrario, alcuni terreni agricoli hanno perso le loro caratteristiche a causa della salinizzazione e dell’erosione.

Ci sono otto grandi regioni geografiche.

Il Nord-Est

Questa zona, anticamente chiamata Manciuria e ora conosciuta come Dongbei, è composta dalle tre province: Jilin, Liaoning e Heilongjiang, così come la Mongolia Interna. Nel nord, ci sono vaste aree di foresta di conifere o misto conifere/foresta di latifoglie, ricca fonte di legname. A sud c’è una grande agricoltura meccanizzata sulle pianure e sulle terre bonificate.

La maggior parte delle aziende cinesi di Stato si trovano qui. Dongbei ha inverni lunghi e freddi e piogge pesanti durante le brevi estati calde. L’ampio approvvigionamento di acqua sostengono le colture estive di grano, mais, patate, barbabietole da zucchero, soia e Gaoliang. Alcune zone sono abbastanza calde per il riso e il cotone. Principale fonte di Dongbei della ricchezza è l’industria. Dal 1949, Dongbei si è rapidamente sviluppata come un’area industriale chiave, fornendo prodotti petroliferi e petrolchimici, carbone, ferro e acciaio, autoveicoli, e una varietà di prodotti di consumo.

La rapida crescita della popolazione è principalmente il risultato di pesante immigrazione Han dalla Cina del nord, a partire dal XIX secolo e l’accelerazione dopo 1949. Minoranze nazionali indigene comprendono Manchu, coreani, Ewenki, Oroqen, mongoli, e Hui. Ora costituiscono meno dell’8 per cento della popolazione.

Pianura Cinese settentrionale

Questa regione della Cina interna comprende le province di Henan, Hebei, Shandong, e le parti settentrionali del Jiangsu e Anhui. La zona ha 190-250 giorni senza gelo, con estati piovose. I depositi ricchi del Huang He e dei suoi affluenti hanno arricchito e sviluppato i terreni per molti settori. Inondazioni e siccità continuano ad essere un problema a causa di piogge irregolari. L’agricoltura è intensiva: foreste e praterie hanno da tempo lasciato il posto all’aratro e circa il 40 per cento della superficie totale è coltivata.

Circa il 30 per cento della popolazione cinese vive qui, la maggior parte impegnati in agricoltura. La densità media della popolazione è di 400 persone per chilometro quadrato, concentrata soprattutto nei villaggi nucleate da cinquanta a diverse centinaia di famiglie, circondate da campi.

Le principali colture di base sono il grano primaverile, mais, miglio, patate dolci – raccolte nella tarda estate e in autunno. Tabacco e cotone sono importanti colture commerciali.

Il surplus del lavoro rurale è stato assorbito nella crescita industriale e commerciale delle grandi città-come Pechino, Jinan, Loyang, Shijiazhuang, e Tianjin, o centri industriali come giacimenti di petrolio Shengli di Shandong e le zone di sviluppo costiere.

Nord-ovest

della pianura è terra loess, la regione della steppa, che copre le province di Shanxi, Shaanxi, e fortemente industrializzata. Uno dei centri più importanti della civiltà cinese, in passato, Loess rimane prepotentemente Han in composizione etnica. I terreni loess windblown sono fertili ma fragili, soggetti a erosione e frane. Gran parte della terra non è coltivabile.

La pioggia è imprevedibile. Le temperature invernali scendono sotto lo zero e le estati sono calde. L’agricoltura è di maggior successo lungo il Huang He e fiumi Wei e Fen.

Grano, miglio, e mais sono le principali colture e alcuni doppi raccolti erano impossibili. Le zone rurali supportano una densità di popolazione più leggera della pianura della Cina settentrionale, e il livello generale di vita è nettamente inferiore ad eccezione del settore sud-est. Nel nord-ovest e al di là della Grande Muraglia, inizia il deserto. Questa regione era precedentemente una parte della Via della Seta che conduce verso l’Asia centrale. Dal 1949 l’industria mineraria ha assunto una grande importanza.

Il Nord Ovest, geograficamente e culturalmente parte dell’Asia centrale, questa regione comprende Gansu occidentale Xinjiang, Ningxia, e parte della Mongolia Interna. La topografia è molto varia e comprende grandi distese di deserto arido, oasi fertili, altopiani erbosi, e alte catene montuose. La gamma Altai sale a più di 4.000 metri sopra il livello del mare e lo Tianshan a 7.435. Il clima è generalmente secco, con una media di soli 10 centimetri di pioggia ogni anno in alcune zone. La popolazione è sparsa nella prateria e pascoli; in molti luoghi è presente meno di una persona per chilometro quadrato. La regione è la principale fonte per la Cina di ovini, bovini, cavalli e cammelli. Alcune aree sono adatte a grano e produzione di cotone.

Ci sono relativamente poche città: la più grande sono Urumqi, e Kashgar, chee erano le tappe sulla vecchia Via della Seta. Una grande percentuale della popolazione appartiene a minoranze nazionali: Uiguri, Hui, Kazak, Kirgiz, mongoli, tagiki, e altri. Nello Xinjiang, oltre la metà della popolazione appartiene alla lingua turca dei gruppi minoritari.

A causa della pesante immigrazione Han, i mongoli ora non più del 15 per cento della popolazione della Regione autonoma interna della Mongolia.

Centro/Sud

Dominato oggi da Wuhan e Shanghai, le grandi città industriali e commerciali, questa zona ha avuto importanti centri urbani, nonché una ricca e produttiva agricola. Comprende il suburbano Comune di Shanghai, le province di Jiangsu, Hubei, Hunan, Jiangxi, e parti di Anhui e Zhejiang. Con i suoi numerosi laghi e corsi d’acqua navigabili, è una delle aree più ricche e più densamente popolate della Cina interna. Il clima è mite, con 240 giorni senza gelo e le precipitazioni sono rilevanti. Cotone, seta, suini e pollame, coltivazione di ortaggi, mare e pesca d’acqua dolce, e le industrie rurali hanno per generazioni integrato il reddito contadino. Negli ultimi anni, l’espansione delle città, lo sfruttamento delle ricche risorse naturali e di un sistema di libero sono il mercato fiorente che hanno reso questa zona importante nella produzione industriale e agricola.

Sud/Ovest

Le province di Sichuan, Yunnan, Guizhou, insieme a Hunan occidentale sono etnicamente diversificate, anche se i cinesi Han sono la maggioranza. In Yunnan e Guizhou le minoranze sono rispettivamenteil 32 per cento e il 26 per cento, anche se sono meno del 4 per cento nel Sichuan. Almeno ventisei diversi gruppi minoritari possono essere trovati in Yunnan. Tra i più grandi ci sono i Miao, Yi, Dong, Tujia, Hani, Dai, i tibetani, e Lisu. La gran parte della zona faceva parte del Regno Nanzhao. Fino a tempi recenti, alcuni importanti centri urbani sono stati prevalentemente popolati dai popoli non Han, ad esempio, Dali e Lijiang in Yunnan. Il clima è generalmente compreso tra il freddo temperato a quello tropicale, a seconda delle quote e latitudini. Gran parte della zona è montagne e altopiani aspri, che si innalzano verso ovest (verso il Tibet).

Sono soprattutto le minoranze che abitano le montagne e gli altipiani sopra 1.200 metri. Le Popolazioni Han sono concentrate in pianura e a basse altitudini in prossimità di fonti di acqua per l’irrigazione.

Negli ultimi anni, le colture da reddito sono state incoraggiate dallo stato, in particolare il tabacco, gomma, zucchero, tè, caffè, e frutta tropicale nelle zone più meridionali. Fino al 1950, l’agricoltura era praticata negli altopiani, dove la popolazione dipendeva dall’avena, grano saraceno, patate, mais e altri cereali integrati dalla caccia. Northern Yunnan è diventato una grande area forestale.

Altipiani tibetani

Tibet, Qinghai e Sichuan occidentale si trovano per lo più sopra i 3.000 metri. Orzo, grano saraceno e grano sono cresciuti nelle valli del sud-est, mentre la pastorizia (yak, pecore, capre e cavalli) è diffusa in Qinghai e il Tibet occidentale. Le Rotte commerciali tradizionali dal Tibet in Nepal e in India, chiuso nel 1949, sono state appena riaperto.

Depositi di minerali ricchi stanno solo iniziando a scoprire e sfruttare. Vie di comunicazione poveri verso la Cina interna hanno contribuito a rendere questa, la regione più povera del paese. La densità di popolazione è bassa, ci sono pochi centri urbani e la maggior parte della popolazione è non-Han. Oltre alla grande popolazione tibetana, le minoranze sono Hui, Lhoba, Moinba, Qiang e Salar.

Continue Reading